Il racconto delle mafie

Pubblicato: 15 luglio 2011 in appuntamenti

Domenica 17 luglio alle 21,30
Festa dell’Unità, Terme di Caracalla – Roma

“Il Racconto delle mafie” è il nome della serata che daSud ha organizzato a Roma per domenica 17 luglio alle 21,30 presso lo spazio L’Eternauta alla Festa dell’Unità, Terme di Caracalla. Una serata evento che fa parte della “Lunga Marcia della Memoria”, l’appuntamento annuale promosso dall’associazione per sperimentare linguaggi e pratiche per un’antimafia sociale. Un’occasione per discutere di mafie a Roma e affermare con forza che la criminalità organizzata è presente nella Capitale e nessuno, come ancora purtroppo capita troppo spesso, può far finta di nulla.

La serata si articolerà in due momenti. Il primo è dedicato alla presentazione del libro “Dimenticati. Vittime della ‘ndrangheta” (Castelvecchi editore) dei giornalisti Danilo Chirico e Alessio Magro. Il volume, vincitore del premio “Giannino Losardo 2011”, racconta per la prima volta le storie di oltre 250 cittadine e cittadini innocenti, assassinati dalle cosche in Calabria e nel resto d’Italia. A discuterne con gli autori ci saranno Francesco Cascini, magistrato e scrittore, Tonio Dell’Olio, responsabile Libera Internazionale, e Laura Garavini, capogruppo Pd in commissione parlamentare Antimafia.

La seconda parte della serata sarà dedicata invece al Primo Premio “Lunga Marcia della Memoria – L’ultima foto alle mafie”, il concorso nazionale lanciato dall’associazione daSud e dedicato alla fotografia. Il giornalista dell’associazione daSud Luca Salici presenterà le 15 foto finaliste selezionate dalla giuria presieduta da Tano D’Amico. Durante la serata, presso lo stand della Libreria l’Eternauta, sarà anche inaugurata la mostra fotografica. Accanto alle foto finaliste del premio, gli scatti dei professionisti che negli anni hanno raccontato storie di mafia e antimafia. Alla presentazione parteciperanno anche il fotoreporter del Corriere della Sera Mario Proto, che esporrà i suoi scatti ai boss della Banda della Magliana, e il fotoreporter del Secolo XIX Davide Pambianchi, minacciato dalla ‘ndrangheta a Genova per aver svolto il suo lavoro con passione e serietà. A Mario Proto e Davide Pambianchi, ospiti d’onore della serata, l’associazione daSud consegnerà un premio speciale.

Centinaia le foto giunte da ogni parte d’Italia per partecipare al concorso e raccontare la criminalità organizzata in tutte le sue forme, ma anche lotte antimafia, rivendicazione di diritti, storie di resistenza. All’insegna di un percorso creativo su cui da tempo lavora l’associazione daSud. Sul sito del premio (https://premiodasud.wordpress.com) pubblicata una gallery con i migliori 50 scatti. Domenica saranno annunciati i 15 finalisti. I tre vincitori del concorso saranno premiati a Bovalino (Rc), il 22 luglio, dopo l’annuale camminata verso la cima di Pietra Cappa, in Aspromonte, luogo dove fu ritrovato il corpo di Lollò Cartisano, fotografo ucciso dalla ‘ndrangheta nel 1993. L’evento chiuderà l’edizione 2011 della “Lunga Marcia della Memoria” organizzata dall’associazione daSud.

Annunci

I commenti sono chiusi.